Quello dell’allattamento è un argomento che divide da sempre. Sappiamo che l’allattamento al seno è un momento molto importante per le madri, ma anche per il bambino. Si tratta infatti di un avvicinamento, di un unione che permette di rassicurare entrambe le parti. A livello psicologico quindi crea una serie di vantaggi, ma al tempo stesso vi sono delle occasioni particolari in cui non è possibile avere il tempo materiale per farlo. E’ il caso di quelle mamme che terminato il periodo di maternità si ritrovano a fare i conti con il rientro al lavoro. Ma proprio per questo in vostro soccorso arriva un accessorio pratico come il tiralatte elettrico.

Il tiralatte è un alleato utile per quelle donne in carriera che si trovano a fare i conti con gli impegni quotidiani e spesso non riescono ad essere presenti a causa di impegni lavorativi.
E’ un’ottima alternativa nel caso in cui il vostro bambino non possa essere attaccato al seno materno. I motivi possono essere diversi, ma in modo particolare può essere causa di un parto prematuro o di una patologia post parto. Impariamo allora a conoscere l’importanza di un tiralatte, scoprendo anche le sue varianti.

Tiralatte, quale fa al caso vostro?

Quando non possiamo quindi allattare il bambino al seno, il tiralatte ti aiuta a garantire che il latte materno possa nutrirlo al meglio. Il latte di ogni madre infatti è ricco di sostanze che possono aiutare un bebè nei primi mesi di vita. Aiuta infatti a proteggerlo da malattie infettive e soprattutto stagionali, come le influenze o i raffreddori. A questo punto però è bene porsi una domanda: che tipo di tiralatte farà al caso vostro? Elettrico o manuale?

Tiralatte elettrico o manuale?

Il principio base di un tiralatte è quello di utilizzare una pompa a vuoto. Bisogna far aderire la coppa in silicone al seno prima di procedere con l’avvio. E’ importante cercare di attaccare al meglio la coppa così da far funzionare al meglio il tiralatte.
La differenza sostanziale tra le due tipologie è data dalla presenza di un motorino, nel caso del tiralatte elettrico. Questo sarà azionato e lavorerà da solo.

Nel tiralatte manuale invece è presente una pompetta che va usata per permettere così l’estrazione del latte materno. Quest’ultimo viene inserito all’interno di una bottiglietta / biberon grazie al quale potrete conservare il latte in frigo, per usarlo poi nel momento opportuno. Il vostro latte, essendo sterilizzato, è pronto per essere subito utilizzato.
E’ possibile conservarlo fuori dal frigorifero fino a un massimo di 2 – 3 ore. In seguito dovrete riporlo al fresco e consumarlo prima di 24 ore.

In linea generale possiamo dire che quelli manuali sono preferibili per un uso saltuario: sono maneggevoli e facili da trasportare ma hanno un’aspirazione più lenta.
Il tiralatte elettrico è consigliabile per chi deve farne un uso prolungato: è veloce, pratico e funziona a batterie.

Il miglior tiralatte elettrico

Per guidarvi al meglio all’interno di questo settore, cercando di rimuovere ogni dubbio possibile, abbiamo deciso di elencare alcuni dei brand più conosciuti che operano nel settore.

Tiralatte elettrico Medela

La sua linea è maneggevole, compatto, privo di tubi. Realizza modelli che riescono ad essere piccoli ma robusti, perfetti per essere utilizzati sporadicamente o con maggiore frequenza. Il motore viene collocato generalmente sopra la coppa per il seno, così da garantire una presa ergonomica e sicura. E’ possibile utilizzarlo con una sola mano, senza alcun tipo di problema. La particolarità di questa linea è data dalla velocità di estrazione. Grazie a una manopola che si trova lateralmente, si può controllare la fase di lavorazione. Inoltre è molto facile da pulire e rimontare in pochi minuti. Una volta aspirato dal seno, il latte finisce direttamente nella bottiglia ed è pronto per l’uso.

Tiralatte elettrico Avent di Philips

E’ progettato per aiutare ogni mamma a trovare una posizione comoda e pratica durante l’estrazione del latte.
È dotato di meccanismo che può lavorare a fasi, dalla più alla meno intensa. In questo modo è possibile facilitare la fase di tiraggio, imitando il ritmo della suzione del bebè.
Monta delle coppe che sono dotate di cuscinetti speciali che riescono a massaggiare il seno, così da stimolarlo e rilassarlo. Con questo modello è possibile non solo prendersi cura dell’alimentazione del bambino, ma al tempo stesso si riesce a mettere a proprio agio ogni madre. E’ efficace e completo, ma presenta un unico neo: è un po’ troppo rumoroso in fase di lavorazione, anche se è un tipo di rumore sopportabile.

Tiralatte elettrico Chicco

Da anni, Chicco è diventato un sicuro alleato per le mamme. La linea dei tiralatte Chicco risulta essere un valido aiuto per prolungare l’allattamento in modo efficace e soprattutto confortevole. E’ rapido, dotato di una serie di accessori che sono pensati proprio per massimizzare questa esperienza.
I prodotti della linea NaturalFeeling sono perfetti soprattutto per le neo mamme perché riescono ad essere pratici e leggeri.
La coppa è realizzata in silicone per garantire un contatto soffice e delicato sulla pelle.
E’ molto interessante il sistema di memorizzazione che permette di salvare il livello di estrazione impostato nell’ultimo utilizzo, così da usarlo per le successive estrazioni.

Tiralatte elettrico prezzi

Come abbiamo detto, il tiralatte è uno di quegli oggetti che vi troverete a usare spesso durante i primi mesi di vita del bambino. Questo elettrodomestico ha un prezzo importante che è strettamente legato alla capacità di svolgere autonomamente il suo lavoro.
In media può avere un costo di circa 100 / 200 euro a seconda del modello scelto. Chiaramente è importante riuscire a monitorare sempre le offerte online e le promozioni. Potrete così trovare il prodotto più adatto a voi messo in vendita al prezzo più basso. Consigliamo l’acquisto del tiralatte elettrico perché, a differenza di quello manuale, riesce a garantire un estrazione veloce e pratica.

Il prezzo può anche essere influenzato dalla presenza di eventuali kit completi di tiralatte con biberon e barattolini che aiutano a conservare il prodotto in frigorifero. In questo modo la spesa iniziale riuscirà ad essere ammortizzata nel tempo, riuscendo così a garantire un ottimo rapporto tra qualità e prezzo. Risparmierete sul tempo, stimolerete la produzione e vi prenderete cura del vostro bambino in modo completo.


Articoli correlati



E tu, cosa ne pensi?

© 2017 Miglior fasciatoio